Pilates: semplici attrezzi per un allenamento completo ed efficace
Pubblicato il 7 Giugno 2015 da In Palestra

Una delle caratteristiche più interessanti ed efficaci del pilates è quella di potersi praticare con pochi mezzi, ma al contempo di portare ottimi risultati. Molti non sanno che proprio la sua nascita si deve alla circostanza di prigionia in cui si trovò Joseph Hubertus Pilates durante la Seconda Guerra Mondiale.

Nel 1917 Pileates fu internato per un anno nel Lancaster assieme ad altri connazionali. Durante questo periodo non si perse d'animo ed organizzò l'allenamento proprio e dei suoi compagni di prigionia, raffinando in tal modo i suoi principi sulla salute e sul body building. Tali allenamenti furono così efficaci che quando nel 1918 un' influenza epidemica uccise migliaia di inglesi, nessuno di coloro che si sottoposero al suo training fisico contrasse l'influenza assassina.

Tornato nel suo Paese nei primi anni Venti, continuò ad ideare esercizi e semplici attrezzature per la rieducazione dei soldati reduci dalla battaglia, menomati dalle ferite e immobilizzati da tempo. In questo periodo conobbe Rudolph von Laban, iedeatore della Labanototion (una delle forme di registrazione scritta di balletto più rinomate nel mondo), il quale incorporò parte del lavoro di Pilates nell'impostazione del proprio insegnamento. Dal quel momento altri importanti personaggi della danza presero il metodo Pilates come riferimento per il loro allenamento base e si instaurò lo stretto rapporto tra le due discipline durato fino ad oggi.

La ricerca e l'invenzione di attrezzi pratici e di facile riperimento proseguì per tutta la vita, rafforzando una disciplina sviluppatasi nel corso di 60 anni. L'efficacia del pilates nel garantire la forza ed il benessere di corpo e mente ha determinato la sua diffusione in tutto il mondo.

Fonte : Dal body building al circo, storia dell'inventore del Pilates. Di Cristina Iorio