L'importanza degli elastici
Pubblicato il 17 Giugno 2016 da In Palestra

L’elastico rimane sempre attuale ed utilizzabile in una miriade di esercizi. Ne esistono varie tipologie : bande elastiche, elastici circolari (es. per caviglie), elastici tubolari con maniglie annesse (anche nelle versioni ad anello o a forma di otto), bande di resistenza in poliuretano, lattice o gli elastici power loop (utili ad esempio per migliorarsi nelle trazioni).

Nell’esercizio tanto l’elastico subirà un allungamento, quanto direttamente il muscolo svilupperà una maggiore tensione durante lo sforzo. Proprio per questo la contrazione concentrica (spesso più esplosiva) svilupperà la massima capacità di carico e di resistenza muscolare; mentre la fase eccentrica (allungamento muscolare, scarico dell’elastico) dovrà essere gestita con consapevolezza per evitare un ritorno troppo rapido, evitando così di incappare nell’effetto “molla”.

L’utilizzo degli elastici ha molteplici applicazioni, dalla riabilitazione motoria alla preparazione atletica, dal lavoro dinamico alla gestione della tensione statica o isometrica. Ha il suo massimo utilizzo nel settore della fisioterapia proprio perché non sono richieste particolari abilità tecniche e atletiche.

L’allenamento con gli elastici ci permette di riscaldarci nella fase di warm up, è un valido supporto per alcuni esercizi (es. trazioni) e naturalmente un ottimo alleato per uno stretching di qualità.

Inpalestra ti offre una vasta gamma, visita il nostro sito: http://www.inpalestra.it/shop/elastici