Fitness in acqua
Pubblicato il 27 Agosto 2015 da In Palestra

Negli ultimi anni, si è sempre di più diffusa la convinzione che l'acqua può rappresentare un'interessante alternativa alla pratica del fitness in palestra. Le discipline acquatiche, risultano essere: divertenti, efficaci, meno faticose, meno rischiose nel procurarsi traumi, inoltre si guadagna in tonicità e si bruciano più calorie, stimola la circolazione linfatica e si potenzia il sistema cardiovascolare. Tra le proprietà fisiche dell'acqua, emerge, prima fra tutte, la capacità di sostenere il peso del corpo che viene a trovarsi quasi in uno stato d'assenza di gravità. Ciò consente di evitare il sovraccarico sulle articolazioni e i traumi e microtraumi a livello osteo-muscolare che sono possibili negli esercizi dove c'è uno spostamento verticale del baricentro (corsa, salti...).Immergendosi nell'acqua è come se si diventasse progressivamente più leggeri man mano che si aumenta la parte del corpo immersa. Ogni individuo deve aumentare i carichi di lavoro in base al grado di forza, di resistenza, di potenza, di coordinazione ed elasticità che il proprio fisico può sostenere.

Per tutti questi motivi che le discipline in acqua continuano a moltiplicarsi ed a inventare nuove varianti, ad esempio acquagym, acquaerobica, acquastep, acqua building.

A voi la scelta e buon lavoro!