Body Flying: Tutti possono volare
Pubblicato il 15 Febbraio 2016 da In Palestra

Eseguito in parziale o totale sospensione, il Body Flying è un tecnica innovativa e divertente che sfrutta il peso corporeo e la forza di gravità per allenare e migliorare efficacemente la forza e la flessibilità nonché la capacità di coordinazione, la postura e la resistenza.

«Il Body Flying è un metodo che abbina elementi di Pilates, yoga, ginnastica artistica, stretching e danza in associazione con le più svariate tecniche di allenamento, il tutto usufruendo dei vantaggi offerti dal Body Fly – spiega Cristiana DeGiglio, istruttrice di Body Flying – L’obiettivo è muovere il corpo a 360°, sfruttando tutti i piani dello spazio».

L’idea del Body Flying prende forma nel 2008, quando l’alessandrina Antonella Faleschini, reduce da un eterogeneo percorso tra ginnastica, nuoto sincronizzato, danza, Pilates, Yoga e rilassamento, decide di fondere tutte queste discipline in una nuova e unica forma di allenamento, arrivando a sviluppare e catalogare numerose serie e combinazioni di esercizi.

Proprio grazie all’utilizzo dell’amaca, fornita di manopole laterali che fungono da sostegno, molti esercizi eseguiti durante la lezione possono essere svolti in modo più funzionale e meno faticoso, un fattore che rende la pratica del Body Flying adatta ad un ampio pubblico.

La tecnica dell’inversione, sfruttando la forza di gravità, può aiutare ad allineare e mettere in trazione la colonna, ma anche a migliorare la digestione ed il transito intestinale.

Il Body Flying persegue l’obiettivo di agevolare il movimento senza imporre i limiti dei classici allenamenti a corpo libero e con un’idea liberatoria di fondo: “tutti possono volare”.

Fonte : CON IL BODY FLYING TUTTI POSSONO VOLARE - STARBENE