Acqua Fit Lates
Pubblicato il 11 Luglio 2016 da In Palestra

Le posizioni del Pilates classico, vengono studiate e riadattate per l’esecuzione in acqua e nasce una nuova disciplina: l’Acqua Fit Lates o AcquaPilates.

Il Pilates predilige una respirazione profonda in cui vengono attivati i principali muscoli respiratori: diaframma (muscolo inspiratorio) ed addominali (muscolo espiratorio). Gli esercizi vengono eseguiti nella massima concentrazione prediligendo la qualità piuttosto che la quantità. I movimenti debbono essere fluidi ed armoniosi, in questo modo si scongiurano i rischi di infortuni all’apparato muscolo-scheletrico. Pur rimanendo una attività naturale, il Pilates può avvalersi dell’ausilio di piccoli attrezzi come bande elastichecerchio pilatesfit ballcilindro foam roll (roller).
Componente importante dell’AcquaPilates è la pratica dell’attività fisica in acqua.
Consigliata a tutti ed in special modo a coloro che hanno problemi osteo-articolari come anziani, obesi, persone reduci da un infortunio. I movimenti in acqua realizzano un carico articolare minore rispetto a quelli eseguiti a terra.
Stimola maggiormente la microcircolazione della cute con un vantaggio riflesso sia a livello degli arti inferiori (diminuisce il classico gonfiore tipico delle donne) che a livello psicofisico. Dona sollievo alla schiena nonché un benessere psicofisico generale.
Mettendo insieme i vantaggi del Pilates alla pratica dell’attività fisica in acqua nasce l’AcquaPilates.

Il Pilates è annoverata tra le discipline Olistiche, cioè tutte quelle attività che allenano sia il corpo che la mente, nelle quali questo connubio è fondamentale per lo svolgimento del lavoro: unendo mente e spirito si migliora la qualità della vita e della salute.

Fonte : Acqua Fit Lates - Benessere.com